Cookie Policy Scopri cosa vedere a Volterra, il borgo toscano che ti farà innamorare
Home La mia Italia Cosa vedere a Volterra

Cosa vedere a Volterra

by massimo

Vuoi sapere cosa vedere a Volterra in un fine settimana?

In questo articolo ti faccio scoprire tutto quello che non devi perderti del borgo toscano in provincia di Pisa.

Se ami la fotografia come me, ecco cosa ti consiglio di vedere a Volterra per fare delle bellissime foto di paesaggio e di architettura:

  • Piazza dei Priori, da vedere assolutamente, è la piazza centrale di Volterra, una delle più belle piazze medievali d’Italia. Qui si affacciano: Palazzo dei Priori, Palazzo Pretorio e Torre del Porcellino, Palazzo Vescovile, Palazzo Incontri e Palazzo del Monte Pio. Arte e storia si fondono in una bellissima atmosfera.
  • Il Duomo e il Battistero, qui marmi e mosaici geometrici decorano edifici semplici e solenni, mostrando la loro antica storia attraverso linee romaniche e tardo-rinascimentali.
  • Le mura etrusche, le porte d’accesso e le fonti, questa è un’opera di difesa militare della città che risale  all’epoca Etrusca e nei secoli successivi è stata modificata più volte. Da qui si aprono scorci meravigliosi, sia verso l’esterno che verso l’interno del borgo, in particolare vi consiglio Porta all’Arco e la Porta San Felice per  la bellezza degli scorci e storia che li contraddistingue e le Fonti di Docciola e San Felice
  • Parco archeologico, acropoli etrusca e cisterna romana, se oltre a fare foto vuoi rilassarti al fresco degli alberi e nel contempo goderti una magnifica vista dall’alto del borgo e della Fortezza Medicea, non perderti il Parco E. Fiumi, è la principale area verde della città. Al suo interno si trova l’area archeologica, qui trovi i resti dell’acropoli etrusca e hai anche la possibilità di visitare l’interno di un’antica cisterna romana.
  • Le necropoli etrusche, uscendo dal centro abitato trovi le necropoli a Portone, Badia, Ulimeto e Ripaie. Queste tombe risalgono al periodo ellenistico e i materiali ritrovati sono ora esposti al museo Etrusco Guarnacci.
  • Fortezza Medicea, l’imponente fortezza sorge sulla collina che domina Volterra, si compone di due rocche unite da alte mura difensive, è un edificio che da sempre è stato utilizzato come carcere politico, fin dai tempi dei Medici; oggi ospita un carcere giudiziario.
  • Teatro romano, il teatro è di età imperiale, ed è uno dei meglio conservati in Italia, l’area ingloba anche i resti di un complesso termale di età tardo-antica costruito nel III d.C, dopo l’abbandono del teatro.
  • San Francesco, chiesa a navata unica che custodisce un tesoro imperdibile, la Cappella della Croce. Questa cappella in stile gotico, conserva gli affreschi del 1410 di Cenni di ser Cenni, il più grande ciclo di affreschi della città.
  • San Lino, da non perdere il bel portale in pietra e gli affreschi che decorano la copertura a volte.
  • Le Balze e la campagna toscana, attorno a Volterra si può godere della bellezza della campagna toscana, ma qui in particolare, tra la Val di Cecina e la Valle d’Era, la campagna è caratterizzata dal fenomeno delle Balze, questo fenomeno ha disegnato il paesaggio durante secoli, con smottamenti franosi ed erosioni, che hanno lasciato resti di  antiche città etrusche ed edifici medioevali abbandonati.

 

Porta-allArco

E se invece preferisci andare in giro per musei, ecco quali non dovresti farti scappare a Volterra:

  • Il Museo Etrusco Guarnacci, è uno dei più antichi musei pubblici d’Europa, è uno dei musei etruschi più importanti d’Italia. Il percorso museale ti permetterà di conoscere la storia dell’antica Velathri, attraverso una collezione di reperti disposta su tre piani e suddivisa in 38 sale. La collezione è composta anche da numerosi reperti sia di età villanoviana che di età romana, un consiglio: non perderti l’Ombra della sera con le sue forme allungate e lo sguardo inquietante dei coniugi raffigurati sull’Urna degli sposi.
  • La Pinacoteca e il Museo Civico, entrambi sono ospitati presso il Palazzo Minucci Solaini, edificio del tardo-quattrocentesco sito in via dei Sarti. Qui puoi ammirare: la grandiosa tavola della Deposizione del Rosso Fiorentino, i polittici di Taddeo di Bartolo, di Alvaro Pirez e di Cenni di Francesco, la Pietà di Francesco Neri da Volterra, una predella con storie della Vergine di Benvenuto di Giovanni, due sculture lignee di Francesco di Valdambrino, la pala del Cristo in Gloria di Domenico Ghirlandaio, la Sacra Conversazione e l’Annunciazione di Luca Signorelli da Cortona. Prima di andare dai anche un occhio alla raccolta di sculture e ceramiche medievali, al medagliere e alla raccolta numismatica.
  • L’ecomuseo dell’alabastro, se vuoi sapere che cos’è l’alabastro devi fare un salto qui, nella casa torre-Minucci. In questo edificio è stato allestito un “museo di archeologia commerciale”, dove trovi un percorso didattico che ti spiega l’importanza di questa pietra nella storia culturale e commerciale della città, dagli Etruschi ai giorni nostri.
  • Il museo della tortura, è un posto un tantino inquietante, ma questo è normale, perché il museo ospita gli strumenti di tortura e pena di morte in uso in Europa dal Medioevo fino all’epoca industriale.

Fortezza-Medicea

 

Se il fantasy e le storie di streghe e magia sono la tua passione, allora Volterra ha ancora tanto da darti:

  • Passeggia per il centro storico perdendoti tra le sue vie dai nomi inquietanti: Vicolo delle streghe, Via Vecchi Ammazzatoi, Vicolo Castrati …
  • Scopri le leggende della città
  • Visita il Masso di Mandinga con le sue streghe

Non si può smettere di fare un elenco di cosa vedere a Volterra senza occuparsi di eventi enogastronomici:

  • Volterragusto, manifestazione che celebra il Tartufo Marzuolo in primavera e il pregiato Tartufo Bianco in autunno.

Link e risorse utili

Ti è piaciuta la lista di cose da vedere a Volterra? Allora eccoti anche i suggerimenti per poterla raggiungere meglio:

Per raggiungere Volterra ti consiglio l’auto, puoi lasciarla presso uno dei tanti parcheggi attorno alle mura  oppure approfittare dei diversi hotel che hanno disponibilità di parcheggio, godendoti così, tra l’altro, la bellissima vista della campagna toscana nel tragitto verso Volterra.

Come alternativa ti segnalo il treno, infatti a 10 km da Volterra si trova la stazione di Saline di Volterra che puoi raggiungere con i collegamenti da Cecina, poi  però per arrivare in città ti tocca prendere l’autobus.

Per gli autobus urbani ed extraurbani ti consiglio di consultare il sito del comune, molto ben fatto:

http://www.comune.volterra.pi.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/53

Per i parcheggi:

www.provolterra.it/info-utili/parcheggi/

 

Volterra-il-centro-storico

I migliori siti da consultare per visitare Volterra:

Le streghe di Volterra

13 luoghi magici e misteriosi da esplorare e scoprire

La città dei vampiri nel cuore della Toscana

Turismo e cultura – Comune di Volterra

Consorzio turistico Volterra

Musei Val di Cecina

Volterra gusto

How to arrive to Volterra

 

You may also like

Leave a Comment