Cookie Policy Le strade di Genova, i caruggi e il suo cuore popolare - Vagandoingiro.it
Home La mia Italia Le strade di Genova, i caruggi e il suo cuore popolare

Le strade di Genova, i caruggi e il suo cuore popolare

by massimo

Eccomi al secondo giorno del mio viaggio alla scoperta di Genova.

Oggi lo dedico a visitare quel labirinto di strade strette, vicoli e salite che si snodano attorno la cattedrale, il Porto antico e la via Aurea, conosciuti con il termine caruggi. Rappresentano il cuore medievale della città, dove odori, sapori e culture diverse si incontrano e si mescolano da secoli.

Il mio percorso parte dalla solita Piazza del Principe, attraverso la Salita di San Paolo e raggiungo via di Prè, da qui inizia uno dei più famosi caruggi della città, che si snoda fino a piazza San Fedele, dove la maestosa Porta dei Vacca, introduce a via del Campo prima e piazza del Campo poi, qui un’epigrafe ricorda il grande De Andrè che con la sua musica ha reso immortale il fascino di queste strade.Le Srade di Genova

Attraversando i caruggi di Genova si scopre l’intreccio di anime che compongono la città: ricchi e poveri, italiani e stranieri, turisti e residenti che si incontrano tra le botteghe e  i palazzi dei signori, tra i murales e le splendide edicole votive che adornano i palazzi e gli angoli delle vie.Edicola San Vincenzo

Botteghe del centro storico

Da piazza del Campo si può facilmente raggiungere via San Luca, rientrando nella Genova monumentale oppure proseguire verso il Porto Antico  e visitare piazza Caricamento o ancora dirigersi verso la Cattedrale o il centro di piazza DeFerrari.

Io vi consiglio di fare un salto al quartiere di Castello, percorrendo le strade che portano in su verso l’alto troverete la chiesa di santa Maria di Castello  e la Torre degli Embriaci, torre di 41 metri che risale agli inizi del XII secolo e dedicata al crociato Gugliermo Embriaco, tornato vittorioso dalla Terra Santa. E’ stata l’unica torre ad essere risparmiata dal taglio delle torri previsto dall’editto del 1196, forse per rispetto alle imprese dell’eroe stesso.Via del Porto Antico

E così, tornando indietro verso il Porto Antico, finisce anche il secondo giorno dedicato alla scoperta di Genova. Una bella città che ha saputo affascinarmi sia con la gloria della sua storia passata che con la bellezza del suo presente.

You may also like

Leave a Comment